CONDIVIDI

Battig e Collovigh (Moto Club Trieste) si fanno valere agli Assoluti d’Italia di enduro

Un’assolata Carsoli (Aq) ha accolto lo scorso fine settimana il “circus” degli Assoluti d’Italia/Coppa Italia di enduro nella disputa della la 3^ e 4^ del relativo campionato tricolore di specialità.

Nella giornata di sabato con temperature decisamente estive (attorno ai 36 °C) i partecipanti hanno avuto il loro bel da fare lungo il tracciato di 47 km. preparato dagli uomini del locale Moto Club Carsoli Enduro che prevedeva di percorrere 4 giri prima di mettere la moto nel parco chiuso per la partenza del giorno seguente.

A causa della presenza di molta polvere in corso d’opera la direzione di gara -saggiamente e guardando prima di tutto alla sicurezza- ha aumentato di 30 minuti la percorrenza del primo “controllo”, quello cioè che portava i piloti a Montesabinese per far partire i drivers più distaccati nella prova speciale di enduro togliendo di fatto la tornata conclusiva.

Belle ed impegnative le 3 prove cronometrate previste ad ogni passaggio formate, nell’ordine, da un enduro test di 5 km. in località Colli di Montebove misto/veloce e tecnico con pietraie, un’extreme test nei pressi di 3 km. su mulattiera ed un cross test di 4 km. in località via Villaro su prato/terra con contropendenze.

Bene l’organizzazione del club del presidente Pierluigi Pantalone e puntuali gli avvisi della direzione di gara in loco ed anche sul sito web dell’evento.

Immancabile all’appuntamento il Moto Club Trieste con i suoi piloti Alessandro Battig (Honda 450 4T Team Specia Honda Red Moto) in classe 450 e Pietro Collovigh (Beta 300 2T RS Moto di Udine e Trieste) in classe 300.

Positivo il 4°posto di Battig considerate le noie alla frizione accusate all’avvio di giornata nel corso del giro d’apertura che lo hanno “disturbato” in particolar modo nel test extreme facendolo ruzzolare indietro in graduatoria alla chiusura del primo anello: prese le dovute misure ha poi aumentato il suo ritmo scalando la classifica (24° il piazzamento finale nell’assoluta) con un ultimo giro decisamente in crescita.

Bene anche Collovig, 11° alla conclusione, in una classe impegnativa e densa di facce conosciute che non si risparmiano certamente neanche sotto la canicola: prestazione regolare la sua e punti racimolati in ottica campionato.

Gara fotocopia, a parte le partenze più scaglionate, della prova di 24 ore prima ed ottime performance dei piloti del Moto Club Trieste anche la domenica.

Con una gara da manuale, attenta seppur aggressiva, Battig coglie un meritato 3°posto dietro ai forti Salvini e Cavallo portando a termine la sua prova sempre in crescendo e risultando cosi 14° nell’assoluta di giornata: grande e’ stata la battaglia con il suo diretto avversario Facchetti che ha premiato il pilota alabardato, senza nulla togliere al driver del Moto Club Lago d’Iseo, con un distacco di un secondo e 13 centesimi.

Bella pure la prova di Collovigh che chiude 10° nel suo raggruppamento con buoni parziali e migliorando di 20 posizioni rispetto a sabato il piazzamento nell’assoluta di giornata che lo portano a classificarsi 3° nella speciale graduatoria denominata Coppa FMI riservata ai conduttori nati dal 2004 e precedenti che possiedono un ranking iniziale tra 90 e 130 ed una moto a 2 tempi.

Bottino di tutto rispetto per il club triestino in attesa del prossimo mese quando riprenderanno i campionati tricolori, triveneto e regionale FVG.

Comunicato stampa

info@motorsportfvg.it