CONDIVIDI

Due equipaggi hanno partecipato, con i colori della scuderia MRC Sport, alla quarta edizione del “ Rally Valli della Carnia ”, neo promosso in Coppa Italia. La gara, aveva come epicentro Ampezzo ( UD ), suggestivo paese montano, che per l’occasione, si è vestito a festa per accogliere i piloti e i tanti tifosi. La prima prova speciale della gara, la “ Voltois ”, ha avuto inizio sabato sera alle 18.15 dall’abitato della stessa Ampezzo. La domenica mattina, dopo il riordino notturno, i concorrenti, sono ripartiti con la prova speciale di “ Feltrone ”, lunga 6,40 chilometri, da ripetere due volte, proseguendo con la “ Verzegnis ”, lunga 11,24 chilometri, da ripetere tre volte, concludendo con la prova speciale più lunga del rally, la “ Passo Pura ”, di 13,50 chilometri, da ripetere per tre volte nell’arco della giornata. Per un totale di 89,42 chilometri, di prove cronometrate, interamente su asfalto. Per la scuderia MRC Sport erano presenti Dimitri Tomasso, navigato da Matteo Turatti, e Jessica Melchior, affiancata da Michela Silotto. Il primo equipaggio, a bordo di una Ford Fiesta di gruppo R5, con il numero cinque sulle fiancate, si è dovuto ritirare per un problema elettrico. “ Sul primo giro di prove non ero pienamente soddisfatto dell’assetto – ha commentato Tomasso – in assistenza abbiamo fatto delle modifiche e sul secondo giro di prove speciali andava decisamente meglio, ma sulla prova speciale del Passo Pura, la macchina è andata in protezione e si è spenta. Siamo riusciti a ripartire, ma abbiamo perso più di tre minuti. Arrivati in assistenza, i meccanici hanno cercato di capire il problema e hanno scoperto che uno spinotto dell’impianto elettrico era andato in corto circuito, mandando in protezione la centralina; non era più possibile andare avanti e ci siamo dovuti ritirare. Tuttavia abbiamo fatto segnare ottimi tempi e siamo rimasti contenti del secondo posto assoluto che occupavamo prima di doverci ritirare. ” Sfortunata anche la prova del tandem Melchior – Silotto, a bordo di una Peugeot 106 di classe N2, con il numero settantanove sulle portiere, che si è dovuto ritirare per una rottura meccanica. Così ha commentato Jessica Melchior: “ Era la prima volta che usavo quest’auto e mi sono trovata subito molto bene. Le prove erano belle, tranne verso la fine della prova speciale “ Feltrone”, perché la strada era molto sporca ed umida. Purtroppo, in partenza del secondo passaggio sulla prova del Passo Pura, si è rotto il giunto del semiasse e ci siamo dovuti ritirare, peccato perché eravamo soddisfatte della posizione che occupavamo in classifica. Cercheremo di rifarci al Rally di Majano fra tre settimane.